Farmabarocco | Curcuma sulla Tiroide
Il malfunzionamento della Tiroide influisce in modo significativo sulla qualità della nostra vita. Studi scientifici hanno dimostrato come alcune spezie, fra cui la curcuma, apportano benefici alla salute della tiroide.
curcuma, curcuminasol185, tiroide, benefici, benefici tiroide, endocrinologia, integratori
22606
post-template-default,single,single-post,postid-22606,single-format-standard,cookies-not-set,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive

I Benefici della Curcuma sulla Tiroide

I Benefici della Curcuma sulla Tiroide

La tiroide è una ghiandola tanto piccola quanto fondamentale per la crescita e lo sviluppo del nostro organismo, in particolare per quello femminile; sono proprio le donne, infatti, ad essere maggiormente colpite rispetto agli uomini.

La tiroide è una ghiandola situata nella parte anteriore del collo ed è la sede delle più comuni e importanti malattie endocrine.
Si tratta di una patologia che si manifesta raramente nell’infanzia, poco frequente nell’adolescenza e che aumenta dopo i vent’anni.

Il malfunzionamento della Tiroide e delle sue patologie, influiscono in modo significativo sulla qualità della nostra vita, la sua disfunzione infatti può causare a seconda delle patologie: aumento o perdita del peso, ansia, difficoltà di concertazione e molto altro.
Studi scientifici* hanno dimostrato come alcune spezie, fra cui la curcuma, apportano benefici alla salute della tiroide grazie al suo composto attivo, ossia la “curcumina”.

Un’assunzione regolare e quotidiana di curcumina:
1. Allevia l’infiammazione: in una forma comune di ipotiroidismo in cui il sistema immunitario attacca le cellule tiroidee, la curcuma, nota per le sue proprietà antinfiammatorie, interagisce con le molecole coinvolte nell’infiammazione, influenzandone le conseguenze.

2. Riduce la goitrogenesi (formazione del gozzo): uno dei maggiori benefici della curcuma per la tiroide è una riduzione della formazione del gozzo (sia nella malattia di Hashimoto, sia in quella di Graves).

3. Nei pazienti ipotiroidei, una delle patologie più diffusa causata da un errore del sistema immunitario che produce anticorpi che distruggono la tiroide. I sintomi principali dell’ipotiroidismo sono: astenia, senso di freddo, cute secca, perdita di capelli, difficoltà di concentrazione, stipsi, aumento di peso, gonfiore al viso, edemi e, nella donna, alterazioni del ciclo. La curcuma riduce l’atrofia (diminuzione di volume) della ghiandola tiroidea, che è importante per la riduzione dei livelli dell’ormone tiroideo.

4. Nei pazienti ipertiroidei (eccessiva attività tiroidea): è una patologia meno frequente; I sintomi dell’ipertiroidismo sono: ansia, irritabilità, intolleranza al caldo, eccessiva sudorazione, palpitazioni, astenia, perdita di peso non voluta, dissenteria, tachicardia, aritmie, tremori e, nella donna, alterazioni del ciclo. L’ipertiroidismo causa uno stress ossidativo che aumenta il rischio di malattie neurodegenerative. Uno studio* ha scoperto che la curcumina può regolare i livelli di molecole antiossidanti e ridurre lo stress ossidativo nel cervello, indotto dall’ipertiroidismo.

 

 

BIBLIOGRAFIA*

  • Jurenka JS. Anti-inflammatory properties of curcumin, a major constituent of Curcuma longa: a review of preclinical and clinical research, Altern Med Rev.
  • Villanueva I, Alva-Sanchez C, Pacheco-Rosado J. The role of thyroid hormones as inductors of oxidative stress and neurodegeneration, Oxid Med Cell Longev. 2013
  • Jawa A, Jawad A, Riaz SH, et al. Turmeric use is associated with reduced goitrogenesis: thyroid disorder prevalence in Pakistan (THYPAK) study, Indian J Endocrinol Metab.

I nostri Integratori

Riscopri il piacere di star bene

s

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.